Istruzioni alle Polizie locali per l’accesso diretto alla Banca dati MCTC

Circolare (comunicazione) N. 4 del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti del 24/10/2019

Con  il decreto 09/08/2013  n. 110 (pubblicato nella G.U. n. 232 del 03.10.2013) ed entrato in vigore a decorrere dal 18.10.2013, il Ministero dello Sviluppo Economico, di concerto col Ministero delle Infrastrutture e Trasporti adottò il Regolamento recante norme per la progressiva dematerializzazione dei contrassegni di assicurazione, per la responsabilità civile verso i terzi per danni derivanti dalla circolazione dei veicoli a motore su strada, attraverso la sostituzione degli stessi con sistemi elettronici o telematici, di cui all’articolo 31 del decreto-legge 24 gennaio 2012, n 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27. 

Ai sensi dell’art.1, c. 1, lettera a) di tale decreto ministeriale per “dematerializzazione  dei contrassegni” s’intende la sostituzione dei contrassegni relativi ai contratti di assicurazione per la responsabilità civile verso terzi per danni dalla circolazione dei veicoli a motore su strada, con sistemi elettronici o telematici che garantiscono la connessione con la banca dati di cui alla lettera c) anche mediante l’utilizzo di dispositivi o mezzi tecnici di controllo e rilevamento a distanza delle violazioni delle norme del codice della strada, approvati od omologati ai sensi dell’art. 45 c. 6 del decreto legislativo 30 aprile 1992 n. 285 (Nuovo Codice della strada) e la corrispondenza dei dati relativi al veicolo con l’esistenza e la validità della copertura assicurativa obbligatoria.

La banca dati di cui alla lettera c) dell’art. 1 c.1 del decreto interministeriale n. 110/2013 è quella costituita presso il Centro elaborazione dati della Direzione generale del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, alimentata dalle informazioni contenute nell’Archivio nazionale dei veicoli e nell’Anagrafe nazionale degli abilitati alla guida, di cui agli articoli 225 e 226 del decreto legislativo n. 285 del 1992, nonché dalle informazioni e dati forniti gratuitamente dalle imprese di assicurazione, direttamente o attraverso sistemi informativi centralizzati  istituiti presso le associazioni di rappresentanza (ANIA), relativi alla data di decorrenza, di sospensione e di scadenza delle coperture assicurative rca Auto dei veicoli a motore. 

Con questa importante circolare indirizzata direttamente a tutti i Corpi e Servizi di Polizia locale di tutta Italia, il Ministero comunica che a far data dal 2 dicembre 2019 la verifica della copertura assicurativa dei veicoli a motore sarà possibile esclusiva mente attraverso la banca dati creata dal predetto decreto dove confluiranno i dati provenienti dalla banca dati Ania (detta Sita), che a brevissimo sarà chiusa e quindi non piu’utilizzabile dai tanti comandi di Polizia locale direttamente ivi collegati tramite convenzione Anci.

Tale decisione conclude finalmente il processo avviato nel 2013 con l’emanazione del decreto sulla dematerializzazione, allineando finalmente la banca dati ministeriale con quella dell’Ania e  facendo venir meno un dualismo che ha creato nel corso degli anni rilevanti problematiche operative nelle attività di controllo su strada, una confusione enorme creata dallo stesso legislatore e dalle diverse prassi ministeriali adottate  in diverse occasioni e un mai sopito dualismo tra il pubblico ed il privato che pure svolgeva un servizio d’interesse pubblico. 

Il Ministero conclude, quindi, dando istruzioni alle Polizie locali che non avessero un accesso diretto alla Banca dati MCTC, sulle procedure da effettuarsi per poter accreditarsi sul portale onde poter effettuare i controlli ai sensi dell’art. 193. 

Leggi la Comunicazione

©2019 IPS - I Professionisti della Sicurezza - Cod. Fisc. 93209680870 - il portale di informazione e formazione dal mondo della sicurezza e per la polizia locale

Contattaci

Hai domande, desideri informazioni, inviaci una mail e ti risponderemo al più presto.

Sending
or

Log in with your credentials

Forgot your details?